Le collezioni del Centro di Sonologia Computazionale

del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione

Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione - DEI 

 

La connessione tra progresso scientifico-tecnologico e realizzazione di manufatti a scopo artistico è sempre stata molto stretta nel corso dei secoli. Studiare l’evoluzione della tecnologia attraverso l’evoluzione del pensiero artistico è un esercizio non solo affascinante, ma estremamente utile da un punto di vista didattico, perché permette alle nuove generazione di sperimentare le conseguenze dello sviluppo tecnologico, tramite linguaggi particolarmente immediati come quelli artistici.
Se è vero che la musica elettronica nasce e si sviluppa con la radiofonia, in altri ambiti – sostanzialmente quelli dei centri di ricerca della telefonia e delle Università – progrediscono le tecnologie informatiche legate al suono e alla musica. A partire dagli anni Settanta del secolo scorso, i compositori scoprono le potenzialità dell’informatica e adottano il computer come naturale progresso dello strumentario analogico sviluppato negli studi radiofonici.

L’archivio del Centro di Sonologia Computazionale dell’Università di Padova comprende documenti audio (spesso inediti e in copia unica) e cartacei (carteggi, partiture), programmi informatici per la sintesi sonora e strumenti elettrofoni che hanno fatto la storia della musica occidentale negli ultimi cinquanta anni.

Il fondo è parzialmente ordinato e accessibile al pubblico (su appuntamento).
Il fondo dispone di strumenti di consultazione: esistono elenchi di descrizione sommaria – elaborati a fini di prima tutela – in formato elettronico (database Ms-Access ed elenchi Ms-Excel) intesi a fornire un primo approccio conoscitivo ai materiali considerati, mentre non esistono strumenti di descrizione analitici elaborati secondo norme codificate delle relative discipline di settore. Esistono elenchi di consistenza e di deposito.

 


Documenti sonori e cartacei, strumenti elettrofoni e di calcolo del CSC: tipologia, condizioni ambientali di archiviazione, volumetria

322 nastri magnetici

Temperatura: non superiore a 20°C, costante durante tutto l’anno
Umidità: non superiore al 40%, costante durante tutto l’anno
Dimensioni: scaffali chiusi per una lunghezza di 700cm, altezza 30cm, profondità 30cm

 

257 floppy disk, 61 audio cassette, 35 Digital Audio Tape (DAT)

Temperatura: non superiore a 20°C, costante durante tutto l’anno
Umidità: non superiore al 40%, costante durante tutto l’anno
Dimensioni: scaffali chiusi per una lunghezza di 200cm, altezza 20cm, profondità 20cm

 

Altri documenti sonori

66 LP; 173 CD/DVD; 31 dischi magneto-ottici

 

Documenti cartacei

I carteggi tra i ricercatori e i compositori e i documenti relativi all’attività scientifica e musicale del Centro sono custoditi in schedari (di proprietà del CSC) di dimensioni:
N°1 larghezza 150cm, altezza 105cm, profondità 70cm
N°1 larghezza 50cm, altezza 140cm, profondità 65cm
Oltre a questi, il CSC possiede: libri, periodici, partiture a stampa, manifesti, locandine e tabulati che riportano il codice e i risultati dei programmi software sviluppati presso il Centro e utilizzati dai compositori negli anni Settanta e Ottanta
Scaffali chiusi per una lunghezza di 200cm, altezza 20cm, profondità 30cm

 

Strumenti elettrofoni

Telaio contenente filtri e convertitori DA: larghezza 52cm, altezza 182cm, profondità 67cm
Microphone amplifier Brüel Kjiœr type 2603: larghezza 38cm, altezza 38cm, profondità 22cm
Magnetofono TEAC A-33405: larghezza 44cm, altezza 52cm, profondità 25cm
Magnetofono Revox PR99: larghezza 44cm, altezza 52cm, profondità 25cm
Organo elettronico (progetto e realizzazione Giovanni Battista Debiasi): larghezza 55cm, altezza 67cm, profondità 47cm
Lettore laser cilindri di cera (progetto e realizzazione Giovanni Battista Debiasi): larghezza 90cm, altezza 45cm, profondità 90cm
Sistema di elaborazione 4i: larghezza 50cm, altezza 45cm, profondità 60cm

Calcolatori elettronici

Digital PDP-11: larghezza 50cm, altezza 30cm, profondità 75cm
Teletype IBM 5028: larghezza 55cm, altezza 85cm, profondità 50cm (le misure sono comprensive del mobile d’appoggio integrato)
NeXTcube: larghezza 45cm, altezza 45cm, profondità 45cm
Monitor NeXT: larghezza 45cm, altezza 45cm, profondità 45cm
Apple Mac Quadra: larghezza 22cm, altezza 48cm, profondità 52cm
Monitor Mac Quadra: larghezza 45cm, altezza 45cm, profondità 45cm

 

Strumenti musicali

7 tastiere elettroniche
4 generatori digitali di suono

 

 

Contatti: prof. Sergio Canazza

Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione
Via Gradenigo 6b 

Centro di Sonologia Computazionale
Via Lungargine del Piovego 1 
Tel. +39 049 8276465
e-mail: sergio.canazza@unipd.it