view_lista_news

Sulle tracce di un evoluzionista

Un grande convegno online su Giovanni Canestrini

Giovedì 25 marzo un convegno online indaga la figura di Giovanni Canestrini (1835-1900), evoluzionista eclettico, tra i più rilevanti non solo nella storia dell'Ateneo di Padova, ma anche nel panorama scientifico europeo della seconda metà dell'Ottocento, in contatto epistolare con i principali esponenti delle scienze naturali del tempo, in primis Charles Darwin. Di origini trentine, Canestrini è professore di scienze naturali all'Università di Modena tra il 1862 e il 1868, dal 1869 insegna Zoologia e Anatomia comparata a Padova, dove attiva anche un insegnamento di Antropologia e dove riordina e arricchise le collezioni naturalistiche e paletnologiche.

Canestrini ha lasciato ai posteri una cospicua serie di tracce materiali della sua vita scientifica, sotto forma di reperti museali, cataloghi, lettere, libri, disseminati in diverse istituzioni culturali. L’obiettivo del convegno è utilizzare queste testimonianze tangibili come spunti per tornare a parlare di una figura significativa della seconda metà dell’Ottocento a 121 anni dalla sua scomparsa. Il titolo, Sulle tracce di un evoluzionista: le "cose" di Giovanni Canestrini, vuole mettere l’accento sullo studio e sulla valorizzazione del patrimonio scientifico legato alla sua figura, conservato in gran parte dall’Università di Padova. Al centro vi sono infatti le testimonianze materiali come fil rouge di una ricerca interdisciplinare, volta all’integrazione tra i saperi.

 

Il convegno si tiene online, su piattaforma Zoom, previa registrazione.

 

Sulle tracce di un evoluzionista: le “cose” di Giovanni Canestrini - Convegno online

•25 marzo 2021, 9.30 – 17.30

 

 

Programma

9.30-9.45 Saluti istituzionali e introduzione al convegno

9.45-10.00 Darwin e Canestrini – Telmo Pievani (Università di Padova)

 

Sessione 1
Modera: Elena Canadelli

10.00-10.30 Giovanni Canestrini e la preistoria nei carteggi inediti con Pellegrino Strobel, Gaetano Chierici e Luigi Pigorini – Michele Cupitò (Università di Padova), Debora Trevisan (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Cremona Lodi Mantova)

10.30-11.00 Gli anni modenesi di Giovanni Canestrini – Andrea Cardarelli (Università “La Sapienza” di Roma), Cristiana Zanasi (Museo Civico Archeologico Etnologico di Modena e Parco della Terramara di Montale)
Modera: Carlotta Sorba

11.00-11.30 Giovanni Canestrini e il “Catalogo di oggetti preistorici”. L'avvio della raccolta paletnologica nel Museo di Antropologia dell'Università di Padova – Elisa Dalla Longa (Centro di Ateneo per i Musei, Università di Padova)

11.30-12.00 Canestrini e l'archeozoologia. I resti faunistici dagli scavi di Paolo Orsi al Colombo di Mori (TN) studiati a Padova tra 1881 e 1882 – Umberto Tecchiati (Università di Milano), Elisa Dalla Longa (Centro di Ateneo per i Musei, Università di Padova)

12.00-12.30 Discussione

12.30-14.30 Pausa pranzo

 

Sessione 2
Modera: Alessandro Minelli

14.30-15.00 Canestrini e il libro di Darwin: alla scoperta della prima edizione italiana de “L’Origine delle specie” – Chiara Ceci (Independent Scholar), Marco Ferraguti (Università di Milano)

15.00-15.30 Canestrini a Padova: le raccolte del Museo di Zoologia dell’Università – Paola Nicolosi (Museo di Storia Naturale, Università di Pisa)

Modera: Sandra Casellato

15.30-16.00 Il fantasma del Trentino. La Società veneto-trentina di scienze naturali e i suoi risvolti politici – Fabrizio Rasera (Accademia Roveretana degli Agiati, Rovereto)

16.00-16.30 Le ossa di Francesco Petrarca – Nicola Carrara (Centro di Ateneo per i Musei, Università di Padova)

16.30-17.15 Chiusura del convegno: Le molte anime di Canestrini – Elena Canadelli (Università di Padova)

 

view_lista_news_archivio