view_lista_news

Inaugurato il Museo Diffuso

SCIENZA E TECNICA. STORIA E STORIE DELL’ATENEO PATAVINO

 

L'antenato della macchina della verità, la livella costruita per l'architetto Jappelli, la prima bilancia di Eötvös introdotta in Italia, il sistema 4I ideato per l'opera Prometeo di Luigi Nono, l'orologio solare che riproduce il miracolo di Isaia....sono solo alcuni degli oggetti esposti nelle 11 postazioni che compongono il Museo Diffuso, una delle iniziative per gli 800 anni dell’Università ma che è destinata a durare ben oltre questo importante anniversario.

Sono 12 i Dipartimenti coinvolti: Fisica e Astronomia, Geoscienze, Ingegneria civile edile e ambientale, Ingegneria dell’informazione, Ingegneria industriale, Matematica, Psicologia generale, Psicologia dello sviluppo e della socializzazione, Scienze biomediche, Scienze chimiche, Scienze del farmaco, Scienze statistiche.

Il patrimonio storico di una parte di questi dipartimenti ha iniziato a emergere ed essere valorizzato in tempi recenti grazie al progetto “Scattered collections”, ideato nel 2014 da Sofia Talas, conservatrice del Museo Poleni. Tra gli obiettivi del progetto vi era anche quello di sensibilizzare la comunità scientifica sull’importanza di conservare per le generazioni future il patrimonio di strumenti e la loro documentazione anche quando questi vengono dismessi, e ora altri dipartimenti si sono aggiunti in questo importante compito, che ha fatto ormai scoprire migliaia di oggetti.

Oggetti che raccontano la storia degli scienziati che li hanno usati, e che permettono al pubblico di ripercorrere la storia delle ricerche del passato e quelle del presente, oltre che la storia degli edifici in cui sono collocati.

Responsabile scientifico del progetto è Giulio Peruzzi, docente di storia della fisica e di storia della scienza e della tecnica del Dipartimento di Fisica e Astronomia, mentre l’allestimento è stato progettato dallo Studio Amuse e realizzato dalle ditte Jolli Allestimenti e Segnobit,

Il museo è accompagnato da un percorso dedicato sul sito “Itinerari virtuali”: http://itinerarivirtuali.musei.unipd.it/itinerario/scienza-e-tecnica-str...

 

 

 

 ALLE ORIGINI DEL MUSEO DIFFUSO

 

Come si è costituito il Museo Diffuso? Da dove arrivano i reperti che finalmente sono visibili agli occhi di tutti?
Recuperare un patrimonio nascosto non è stato semplice...
Il progetto Scattered Collections ha permesso di andare a scovare nei depositi e nei magazzini dell'Università alcune preziosi oggetti del passato.
Ecco una testimonianza di parte del lavoro svolto per questo importante progetto per l'ottocentenario

view_lista_news_archivio