MUSEO DELL'EDUCAZIONE

Scuole

 

PERCORSI TEMATICI PROPOSTI DURANTE LE VISITE GUIDATE


Il Museo propone più percorsi, sempre svolti con modalità laboratoriali, destinati alle scuole di ogni ordine e grado:

• 1E. Crescere nell’Italia di ieri - il confronto tra ieri e oggi è questione ben presente nel curriculum della scuola primaria, per questo il percorso espositivo guida gli studenti a paragonare la loro vita con quella dei coetanei cresciuti nella prima metà del ‘900. È parte integrante della visita un momento interattivo rappresentato dal laboratorio di calligrafia svolto nella ricostruzione dell’aula scolastica – Scuola primaria

• 2E. Mangiare a scuola - pensato nell’ambito della tematica “Alimentazione e Salute” questo percorso narra come il Comune di Padova sia stato tra i primi agli inizi del ‘900 ad istituire la refezione scolastica, garantendola poi nel tempo. La visita si concluderà con un laboratorio di calligrafia che utilizzerà dettati legati al tema dell’alimentazione - Scuola primaria (classi IV e V)

• 2E.(b) La lunga storia della Refezione scolastica – sempre nell’ambito della tematica “Alimentazione e Salute” questo percorso sulla storia della refezione scolastica a Padova si colloca all’intersezione tra questioni fondamentali per la storia sociale, come la prevenzione, l’educazione a corrette norme di vita, la lotta alla malnutrizione. L’excursus storico si concluderà con i riferimenti ai documenti internazionali che tutelano il diritto al cibo e alla salute – Scuola secondaria di I grado

• 3E. Donne e scolari nella Padova della Grande Guerra - in occasione delle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra, il Museo ha selezionato una serie di materiali capaci da un lato di documentare alcuni momenti del conflitto, dall’altro di mettere in luce aspetti della quotidianità – Scuola secondaria di I e II grado

• 4E.(b) I sussidi didattici come strumenti di divulgazione scientifica – Tra i sussidi didattici – strumenti fondamentali per la divulgazione scientifica nella scuola – il Museo ne conserva con orgoglio molti usati nelle classi elementari tra Otto e Novecento, come l’apparecchio per la fusione dei colori che l’educatrice padovana Ida Pilotto Sottini realizzò nel 1885. Partendo da questo strumento la visita consentirà alle classi di osservare preziosi sussidi e materiali scolastici e si concluderà con il laboratorio di calligrafia svolto nella ricostruzione dell’aula scolastica – Scuola primaria

• 5E. Scuola e società dal fascismo alla Costituzione - il percorso si avvale di numerose fonti primarie emblematiche per cogliere l’incidenza del Fascismo nella vita quotidiana, per capire i mutamenti interni al regime stesso, per leggere le ripercussioni dei grandi avvenimenti nella scuola e per ricordare l’impegno civile della Resistenza – Scuola secondaria di I e II grado

• 6E. 1859-1866: si fece l’Italia! - questo percorso offre l’opportunità di riflettere sulla formazione dell’identità nazionale presentando fonti scritte e iconografiche capaci di documentare in particolare il contributo che la scuola italiana diede a “fare gli italiani”, insegnando a tutti a “leggere, scrivere, far di conto e portarsi da galantuomini”. Particolare attenzione verrà rivolta a ciò che l’annessione rappresentò per Padova - Scuola secondaria di I e II grado

• 7E. Andare a scuola tutti: la lunga storia di un diritto-dovere dal ‘700 ad oggi - nel 1912 veniva introdotto nel nostro paese il suffragio universale maschile. Un anno prima erano state previste incisive norme per il buon funzionamento della scuola elementare, una concomitanza non fortuita perché l’esercizio dei diritti politici richiede la presenza di elettori quanto meno alfabetizzati. La riflessione sul concetto di cittadinanza e sul diritto-dovere all’istruzione viene favorita dal confronto con le fonti - Scuola secondaria di I e II grado

• 8E. Un secolo di pedagogia attraverso i sussidi didattici - viene proposta la ricca collezione di sussidi didattici realizzati seguendo le indicazioni di alcuni grandi pedagogisti – Froebel, Gabelli, Agazzi, Montessori, Decroly, Freinet – o da semplici insegnanti che seppero sopperire con la loro creatività agli scarsi finanziamenti istituzionali. Gli uni e gli altri si prestano ad interessanti riflessioni sul funzionamento della scuola italiana dall’Unità alla metà del ‘900 - Liceo Scienze Umane


Durata e costi
2 ore e mezza per la Scuola primaria, 2 ore per la Scuola secondaria.
30 € per un gruppo massimo di 20 studenti, ogni studente in più ha un costo aggiuntivo di 2 €.

Prenotazioni
Le scolaresche devono prenotare contattando direttamente il Museo via email scrivendo a: museo.educazione@unipd.it oppure chiamando il numero telefonico: 049 8274662.
Il modulo di iscrizione ai percorsi didattici con tutte le indicazioni e le modalità di pagamento è scaricabile dal sito: www.museo.educazione.unipd.it
Al momento della prenotazione le persone con disabilità motoria possono richiedere l’accesso in ascensore dal piano stradale.
Gli spazi del Museo consentono di accogliere una sola scolaresca alla volta, la prenotazione deve quindi essere confermata dal Museo.